martedì 17 dicembre 2013

La famiglia e i suoi valori.


Si parla tanto della famiglia, quella normale, padre, madre e figli. Ma esiste ancora quella bella, duratura e intatta? Poche direi. Divorzi, separazioni, convivenze, seconda e terza unione sono all'ordine del giorno. Il giuramento fatto in buona e cattiva sorte non ha più valore. La famiglia si è distrutta da sé, non servono leggi, ne comandamenti. Comincia con i propri egoismi, la non voglia di fare sacrifici e rinunce. Le scappatelle (di solito dalla parte di lui) per cercare facili emozioni ed evadere dalla routine. Oggi tutto questo accadde alla luce del sole, anche i figli che nascono fuori da un legame matrimoniale e non sempre vengono riconosciuti come la figlia di Claudio Villa, Manuela, che ha vissuto questo dramma e soltanto dopo la morte dell'uomo che l'ha concepita, la legge le ha dato ragione. Altre persone solo dopo una vita vissuta hanno ammesso la loro paternità. Che tristezza! Nel passato erano le madri che tenevano insieme la famiglia, soffrivano, si sottomettevano a questi mariti prepotenti anche perché dipendevano da loro economicamente e per dare ai figli una casa, una famiglia.
Era triste anche quando i figli nati fuori dal matrimonio con altre donne finivano in istituti, figli di NN e le loro madri subivano il disprezzo della società. Ho conosciuto donne che mi raccontavano di questa loro triste vita. Un argomento questo della famiglia, oggi più che mai difficile da trattare. E' la quinta versione che scrivo e voglio parlare e svegliare qualche coscienza.
I valori sono in bilico da anni, l'amore sostituito dalla parola sesso, sembra uno sport che si fa quando si ha voglia. Le occasioni si presentano sempre e adesso c'è anche internet con un'offerta enorme che incita al tradimento.
Non so come una società che nega tutto, l'onestà, la fedeltà, il rispetto, la fratellanza possa sopravvivere.
I figli crescono con squallidi esempi da parte degli adulti, e allora cosa c'è da aspettarsi quando un padre dice "sei sempre mia figlia anche se ho un'altra donna".
I figli per crescere sani hanno bisogno di una famiglia sana dove c'è armonia e calore: semplicemente amore.

Edith


Questo articolo è stato scritto da Edith. Vorrei ricordare che di recente ho aperto un blog Le rubriche di Edith in cui pubblico articoli e poesie scritte da mia madre Edith.


11 commenti:

  1. Very well said !

    All I can add is "Amen !"

    RispondiElimina
  2. Sono concorde al 100%!!!
    Cinzia

    RispondiElimina
  3. La penso come Edth. Buon Natale!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Erika! Buon Natale a te!!! : )

      Elimina
  4. Cara Cri, non conoscevo il blog di Edith, ma sono assolutamente d'accordo con lei.
    Io per fortuna sento ancora quei valori. Sono la terza di cinque figli, i miei genitori hanno 6 nipoti eppure troviamo ancora il tempo (perché lo vogliamo) di stare insieme. Tra fratelli siamo molto complici e ci vogliamo tutti un gran bene.
    Mio marito ed io non abbiamo ancora figli (non per nostra scelta) ma credimi che a volte penso a come sarebbe difficile far crescere un figlio di questi tempi. Conosco tanti esempi negativi, ma per fortuna anche positivi.
    Un abbraccio cara amica e buone feste.
    Miky

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi hai commossa perché famiglie così unite sono rare. Ti auguro di trovare sotto l'albero il più bel dono che tu desideri. Un bel bambino. Grazie, ciao Edith

      Elimina

  5. Buon Natale! D'accordo con Edith

    RispondiElimina
  6. Cara Cristina, che bella riflessione ha scritto tua mamma sulla famiglia! La mia famiglia d'origine è una bella e ampia famiglia con fratelli-nipoti-zii-cugini-nonna (mia mamma) che spesso si "allarga" per accogliere suoceri, amici, amici degli amici. Mio papà sarebbe sicuramente felice di vedere come ci vogliamo bene! Situazioni difficili, invece, le vedo a scuola, tra i miei allievi e le loro famiglie e concordo in pieno con la visione del sesso che "respirano" i ragazzi oggi: mercificato e messo dappertutto a portata anche di ragazzini.
    Per fortuna riesco ancora a far ragionare sull'argomento, sia i miei 3 figli maschi, che i miei allievi ... spero che le riflessioni li aiutino a diventare adulti responsabili.
    Un coro saluto a Edith e a te, Cristina =)

    RispondiElimina

Grazie amici per la vostra visita!
Thanks friends for your visit!