martedì 21 aprile 2015

Ode al Giorno Felice di Pablo Neruda.






Ode al giorno felice

 
Questa volta lasciate che sia felice,
non è successo nulla a nessuno,
non sono da nessuna parte,
succede solo che sono felice
fino all'ultimo profondo angolino del cuore.

Camminando, dormendo o scrivendo,
che posso farci, sono felice.
sono più sterminato dell'erba nelle praterie,
sento la pelle come un albero raggrinzito,
e l'acqua sotto, gli uccelli in cima,
il mare come un anello intorno alla mia vita,
fatta di pane e pietra la terra
l'aria canta come una chitarra.

Tu al mio fianco sulla sabbia, sei sabbia,
tu canti e sei canto,
Il mondo è oggi la mia anima
canto e sabbia, il mondo oggi è la tua bocca,
lasciatemi sulla tua bocca e sulla sabbia
essere felice,
essere felice perché si,
perché respiro e perché respiri,
essere felice perché tocco il tuo ginocchio
ed è come se toccassi la pelle azzurra del cielo
e la sua freschezza.

Oggi lasciate che sia felice, io e basta,
con o senza tutti, essere felice con l'erba
e la sabbia essere felice con l'aria e la terra,
essere felice con te, con la tua bocca,
essere felice.


Pablo Neruda


A volte si può essere felici senza un preciso motivo,
forse è la bellezza della vita, il sole, la natura o
qualcosa di inspiegabile che proviene da dentro
e la capacità di godere di quello che si ha
senza andare a cercare l'impossibile.

Buona felicità! 

Ciao Cri : )



sabato 4 aprile 2015

Cari Auguri di Buona Pasqua! Magia della vita!






Magia della vita

In un campo ho veduto una ghianda:
sembrava così morta, inutile.
E in primavera ho visto quella ghianda
mettere radici e innalzarsi,
giovane quercia verso il sole.
Un miracolo, potresti dire:
eppure questo miracolo si produce
mille migliaia di volte
nel sonno di ogni autunno
e nella passione di ogni primavera.
Perchè non dovrebbe prodursi
nel cuore dell'uomo?


Kahlil Gibran


Che sia una dolce e serena Pasqua in famiglia!

Ciao Cristina : )




Cartolina tratta dal blog di Cartoline per tutti i gusti.

venerdì 3 aprile 2015

I volti della Gerbera. Sapore di Primavera.






Sapore di primavera.

Mi sento come un campo seminato
nel cuore dell'inverno,
e so che primavera sta arrivando.
I miei ruscelli prenderanno a scorrere
e la piccola vita che dorme in me
salirà in superficie al primo richiamo.

Kahlil Gibran