mercoledì 2 febbraio 2011

Vento.






E'  sempre lui, il vento, che mi risveglia.
E' sempre lui, il vento, che mi assomiglia.
E' sempre lui, il vento, che mi scompiglia.

E' strano dire che il vento mi fa vivere la sensazione del volo? Non credo.
E' una sensazione forte, di appartenenza. Una sensazione di vita, un nucleo di respiri.
Il vento, ha le mani forti di chi conosce la dolce carezza viva fra le insenature dei giorni.
La stessa carezza che nelle ombre della notte dipinge i miei sogni. 







Detta così sembra solo una frase, come tante, poeticamente stampata su queste pagine virtuali, 
ma io ho coscienza e sono altrettanto consapevole che non è proprio così. 

E questo mi basta, non ho bisogno di far capire, solo esternare una sensazione, un'emozione, 
una certezza. Disegnarla qui, nel mio diario di dettagli e sfumature delle più diverse, 
nel mio punto di sfogo, ponte verso un nuovo orizzonte, dove raccogliere un possibile migliore equilibrio 
al di là del palcoscenico di attori pessimi o perfetti, di giullari e cantastorie, di mentitori e finti eroi. 

Spesso il vento è stato un buon consigliere; mi ha travolta di sospiri per cancellare o per portare via il male, 
ma è successo anche che abbia sfiorato la mia porta, per porgermi un dono nuovo, 
diverso ... un inaspettato sorriso e molto altro... 


Un pensiero scritto da Mat 



5 commenti:

  1. Le tue immagini si sposano benissimo con il mio pensiero e devo dire che se avessi potuto immaginale tramutate in una attimo sospeso nel vento, avrei desiderato proprio un istante fra acqua, cielo e terra, così come il tuo post ...
    :-))

    RispondiElimina
  2. :-) Ne sono lieta! Grazie del prestito della tua poesia! Cri :-)

    RispondiElimina
  3. Lo riesco a sentire il vento....bellissime le tue foto....Barbara

    RispondiElimina

Grazie amici per la vostra visita!
Thanks friends for your visit!